Articoli

Considerazioni

Progetti

 

Benvenuto

Se qualche imprecisato motivo ti ha condotto qui, benvenuto!

Quello che vedi è il mio sito personale, un luogo che tengo per me ma che condivido volentieri; ci troverai molto di me e dei miei interessi, ma mi farebbe piacere se divenisse un luogo in cui torneresti volentieri; qui parleremo di tutto, dallo sport alla musica, di informatica e hi-tech, del mio mondo e, se lo vorrai, anche del tuo. Se ti piace scrivere registrati e inizia a pubblicare i tuoi contributi; mi farebbe piacere creare una community dinamica, allegra e alla buona, parlando di tutto sempre con un sorriso, e magari un bicchiere di buon vino.

Chiunque avrà la possibilitare di pubblicare il proprio articolo dopo essersi registrato gratuitamente. Se tutto questo ti interessa, benvenuto!

Armando Mancini

×

Messaggio

Nuova Normativa sui Cookie

Questo sito utilizza cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzionalità. Utilizzando il nostro sito, accetti implicitamente la possibilità di ricevere sui tuoi dispositivi dei cookie atti a migliorare e gestire la user-experience.

Leggi la documentazione della direttiva e-Privacy

Non hai acconsentito di utilizzare i cookie. Questa decisione può essere cambiata cliccando sul pulsante a fianco.

Image
Alan Parsons Project - The turn of a friendly card

Se non conoscete Alan Parsons, prendete uno dei tanti suoi best e ascoltatelo: capirete anche voi perchè mi sono innamorato sin da subito del suo "Project" e delle sue sonorità. Questo tecnico del suono dei Pink Floyd nel mitico "The dark side of the moon", ovvero uno dei migliori e più venduti album di tutti i tempi e di tutti i generi, questo riservato signore britannico ha davvero traversato gli anni 80 con una serie di successi davvero notevoli, alcuni dei quali sono davvero dei piccoli capolavori...

Esponente di quello che da molti è chiamato "Progressive Pop", Alan Parsons è un musicista che fa della perfezione del suono il suo marchio distintivo; i detrattori lo definiscono il tecnico del suono, in realtà questo inglese dall'aria mite ha caratterizzato con alcuni hit gli anni 80-90, distinguendosi in modo piuttosto netto per la sua musica.

Se volete conoscere chi è A.Parsons, vi basterà sapere solamente alcuni di questi "dettagli":

  1. è stato il primo artista ad utilizzare il vocoder (Tales of mistery and immagination)
  2. è l'autore della colonna sonora di Lady Hawk
  3. il suo intro di "sirius" è stato il commento sonoro delle partite casalinghe dei Chicaco Bulls per ben 6 campionati
  4. Ha lanciato Al stewart (year of the cat)
  5. Ha lanciato John Miles (music)
  6. Ha lavorato con i Beatles e P.Mc Cartney in particolare (album Red Rose Speedway and Wildlife)
  7. Le sue canzoni rieccheggiano in moltissime pubblicità televisive
  8. Moltissimi big hanno voluto collaborare nei suoi dischi (es D.Gilmour, I toto, Tony Hadley, e moltissimi altri).
  9. Molti dischi sono concept-album, e sono curatissimi dal punto di vista musicale; proprio l'"esteticità" del suono è l'elemento più caratterizzante.

Una vera e propria pietra miliare della musica anni '80

Da non perdere gli album "the turn of a friendly card" e "Pyramid"

1976 - Tales of Mystery and Imagination - Edgar Allan Poe .
1977 - I Robot - cita l'omonima opera di Isaac Asimov (Io, robot).
1978 - Pyramid - dedicato all'antico Egitto.
1979 - Eve - Il mondo femminile.
1980 - The Turn of a Friendly Card — Dedicato al gioco d'azzardo e ai giocatori
1982 - Eye in the Sky - Ispirato al romanzo omonimo di Philip K. Dick.
1984 - Ammonia Avenue - Il mondo industriale e l'inquinamento.
1985 - Vulture Culture - dedicato al consumismo ed alla cultura popolare americana.
1986 - Stereotomy - L'effetto della fama e della fortuna su molte persone, cantanti, attori ecc.
1987 - Gaudi - Ispirato alla vita dell'architetto Antoni Gaudí.
1990 - Freudiana - Ispirato dalla vita e le opere di Sigmund Freud, il padre della psicanalisi. Il primo album senza il "Project "

1993 - Try Anything Once
1996 - On Air
1999 - The Time Machine
2004 - A Valid Path
2005 - Live in Madrid